Baita Cima Bianca

Colere (BG)
La casa è in : montagna

  • 8 stanze
  • 66 letti
  • 2 Bagni
Disponibilità
Tariffe

dal 1 giugno al 31 ottobre

Caparra per prenotazione: 250.00 €
Costo persona/giorno in autogestione : 16.00 €
Costo persona/giorno in semigestione 32.00 €

Numero di posti minimo per prenotare la casa: 60

  oppure  

Descrizione

La struttura appare subito all’occhio per la caratteristica casa di montagna, costruita in pietra locale e legno di abete. Immersa nel verde, nel silenzio e nella pace dei pendii rocciosi ai piedi del picco della Presolana, nelle Prealpi Bergamasche, e nel caratteristico paesino di Colere, e ben lontani dal caotico rumore della città. La Baita Cima Bianca si posiziona a 2100 mt. dal livello del mare ed è raggiungibile attraverso due seggiovia che partono dalla zona Carbonera, sempre nel comune di Colere. Luogo ideale per gli amanti della montagna estiva con tutte le sue peculiarità, e per chi vuole trascorrere il suo tempo libero nei sentieri che portano a tutte le vette della Valle di Scalve, alla ricerca di giornate avventurose.


N. posti letto 66
N. camere letto 8
N. camere con bagno 4
N. bagni comuni 2
N. stanze da bagno 6
N. WC totali 10
N. Docce 6
Riscaldamento
Caminetto
Coperte
Lenzuola
Asciugamani
Carta Igienica
Chiesa/cappellina
Ascensore
Montacarichi
Cosa c'è al piano terra 2 camere /4 bagni a uso giornaliero/magazzino/celle frigor negative/positive
Cosa c'è al I° piano Ingresso/Self Service/cucina/salone ristorante/terrazzo
Cosa c'è al II° piano 4 camere
Cosa c'è al III° piano 2 camere
Cosa c'è al IV° piano
Cosa c'è al V° piano
Cosa c'è al VI° piano
Cosa c'è al VII° piano
Recintato
Semirecintato
Non recintato
Con giardino
Con bosco
Con spiaggia
Con possibilità campeggio
Con impianti sportivi
Con piscina
Con possibilità falò
Attrazioni Culturali Museo Arboreto alpino gleno. Mostra dei legni. Museo Faunistico. Parco minerario. Museo dei minerali. Museo etnografico. Parco del giovinetto. Ecomuseo.
Attrazioni Naturali Diga del gleno. Latteria sociale Montana Val di Scalve. Miniere di Schilpario. 1° PERCORSO: CIMA BIANCA – RIFUGIO ALBANI – COLERE Si segue la stradina sterrata che da cima bianca conduce al rifugio Albani. Si scende alle “baracche” ex rifugi dei minatori e si prende il sentiero cai 402 e si scende fino in località Pian di Vione (pineta attrezzata per barbeque) e si arriva fino in paese Tempo 1H 30 minuti http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/402. Per il rientro dalla frazione Carbonera di Colere (parcheggio impianti di sci) si prende il sentiero cai 403, si sale lungo la strada forestale che porta alla Malga Polzone (vedi anche sentiero 404) per circa 1 km fino a quota 1239 m. Si prende il sentiero sulla sinistra e si prosegue il cammino, attraversando il bosco fino a quota 1680 m dove si incrocia il sentiero 406. Si prosegue sulla sinistra (sud) e si guadagna la zona delle baite-ex miniere di fluorite e il vicino rifugio Albani (1939 m). Tempo 2H 30 minuti http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/403 2° PERCORSO: CIMA BIANCA – CHALET DELL’AQUILA – PASSO DELLA MANINA Si risale la pista da sci fino allo Chalet dell’aquila (200mt circa) e si imbocca il sentiero Cai 401 si prosegue verso il Monte Ferrantino e al Monte Ferrante lasciandoselo sulla sinistra si procede verso il Passo di Fonta Mora (m 2253) e il Pizzo di Petto (m.2262). Si attraversano i prati di Barbarossa e si giunge al Passo della Manina (m 1799) dove c’è una piccola cappella. Il Passo della Manina si trova divide la Valle di Scalve dalla Val Seriana Tempo: 4h circa http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/401 Il percorso per il rientro è lo stesso altrimenti si può: - scendere verso valle seguendo il sentiero cai 408 e la strada silvo - pastorale che porta a Nona (m. 1339 - fr.ne Vilminore di Scalve) e raggiungere Colere lungo la strada denominata “Valnotte” - proseguire lungo il sentiero Cai 304 che conduce al Rifugio Curo’ n.b. dal Passo della Manina al Rifugio Curò sono ancora 2h30/3h di cammino quindi è non è consigliato fare andata e ritorno in una giornata sola http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/304 3° PERCORSO: CIMA BIANCA – P.SSO DI FONTAMORA - POLZONE Si risale la pista da sci fino allo Chalet dell’aquila (200mt circa) e si imbocca il sentiero Cai 401 si prosegue verso il Monte Ferrantino e al Monte Ferrante lasciandoselo sulla sinistra si procede verso il Passo di Fonta Mora (m 2253). Si prende il sentiero Cai 404 che scende in loc. Polzone. Per il rientro si può risalire lungo le piste da sci o prendere il sentiero 406 che da Polzone porta verso il Rifugio Albani. Il sentiero si collega con il sentiero 403. Dal Rifugio Albani si risale la strada che porta in Cima bianca Tempo:2h 30 minuti http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/404 http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/406 4° PERCORSO: CIMA BIANCA – POLZONE – TEVENO- MAGNONE Si scendono le piste da sci fino in loc. Polzone e si imbocca il sentiero Cai 406 che conduce a Teveno (fr.vilminore di Scalve). Da teveno si imbocca il sentiero 405 che da teveno conduce in Loc.tà Magnone (f.ne Colere. Si attraversa la strada e di imbocca il sentiero giallo che percorrendo tutta la costa arriva in Loc. Polzone. Per il rientro si può risalire lungo le piste da sci o prendere il sentiero 406 che da Polzone porta verso il Rifugio Albani. Il sentiero si collega con il sentiero 403. Dal Rifugio Albani si risale la strada che porta in Cima bianca Tempo: 3H http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/406 http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/405 http://www.gruppoalpinicolere.it/index.php/sentiero-della-costa-giallo 5° PERCORSO: CIMA BIANCA – RIFUGIO ALBANI – RIGUGIO OLMO Dal rifugio Albani, si risale il sentiero 401 e si raggiunge brevemente il passo dello Scagnello (2080 m) da dove si inizia a scendere nella Valzurio. In loc.tà Baita bassa Pagherola si prosegue per il sentiero 311/a, sentiero di collegamento con il sentiero 320 che si incontra in Localita’ Baita Bruseda. Si continua sul sentiero fino al Rifugio Olmo Tempo: 3 H http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/311 http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/311a http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/340 Da qui si può proseguire lungo il sentiero 320 che porta alla Cappella Savina passando per la grotta dei Pagani: proseguendo per il sentiero 315 si raggiunge la baita Cassinelli e il Passo della presolana Tempo: 2H http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/320 http://geoportale.caibergamo.it/it/sentiero/315
Attrazioni Sportive Estivi: Tutti i sentieri che percorrono le vette della Valle di Scalve, per gli amanti del trekking. Campi da Calcio e palestre in tutta la Valle di Scalve. Invernali: Piete da discesa Cole Sky area 2200. Pista degli Abeti per lo sci nordico, Schilpario. Palazzetto del ghiaccio, Schilpario.
Attrazioni Religiose Chiese della Valle di Scalve
Attrazioni Commerciali Oriocenter - Via Portico,71 - 24050 Orio al Serio, Bergamo
Ospedale a KM 30 km. Ospedale
Stazione ferroviaria a KM 60 Km. Piazza Guglielmo Marconi, 7 - 24122 Bergamo
Cucina standard
Cucina industriale
> con forno
> con frigo misto
> con congelatore singolo
> con lavastoviglie
> con friggitrice
> con affettatrice
> con robot
> con piatti
> con pentole
> con posate
> con bicchieri
> con stufa
> con lavatrice
> con acqua potabile
> con riscaldamento
> con acqua calda
> con attrezzi pulizia
   
Con facilità
Con media facilità
Raggiungibile con:  
> auto
> pulman
> furgone
> mezzi pubblici
> a piedi
> in bici
Bagni per disabili
Docce per disabili
Accesso ai piani per carrozzine
Telefono fisso
Televisore
Video proiettore
Stereo
Internet / wi-fi
Amplificazione audio
Copertura rete cellulare
Altro  
 
Nella struttura non si può: E severamente vietato fumare all'interno della struttura